Serve aiuto? Contattaci
Concessionaria Autosilver
Shop

Stop alle vendite in Usa e Canada

Il gruppo Daimler ha deciso di interrompere le vendite della Smart negli Stati Uniti e in Canada. Il costruttore tedesco ha motivato la decisione con il "declino del mercato delle citycar" nei due mercati nordamericani e con i crescenti costi di omologazione dei modelli.

Il forte calo delle vendite. Nello specifico, le vendite della Smart hanno subito un deciso declino soprattutto negli Stati Uniti mentre in Canada si sono mantenute sempre su livelli comunque bassi. L'anno scorso la flessione sul mercato canadese è stata del 6,3% con solo 345 unità commercializzate, mentre la domanda statunitense è crollata del 58% fino a 1.276 esemplari. La contrazione potrebbe essere legata anche alla decisione della Casa tedesca di trasformare la Smart in un marchio di vetture esclusivamente elettriche. "Dopo un'attenta valutazione, la Smart porrà fine alla EQ fortwo a batteria nei mercati statunitensi e canadesi alla conclusione del MY2019", ha affermato un portavoce. "Alla base di questa decisione ci sono una serie di fattori, tra cui il declino del mercato delle citycar negli Stati Uniti e in Canada, combinato con gli elevati costi di omologazione per modelli dai bassi volumi”. 

Elettriche solo con il marchio EQ. Il prossimo giugno dovrebbe essere l'ultimo mese di produzione per gli esemplari destinati al Nord America, mentre le vendite dovrebbero continuare fino alla fine dell'anno per esaurire le scorte. I proprietari di veicoli a benzina o elettrici continueranno a ricevere assistenza tramite i concessionari autorizzati e comunque l'iniziativa della Mercedes-Benz non implica un abbandono del mercato statunitense delle vetture alla spina. Il brand della Stella a tre punte si sta, infatti, preparando a lanciare una serie di dieci modelli elettrici con il logo EQ. Il primo sarà la Suv EQC che dovrebbe essere lanciata sul mercato statunitense nel 2020.

Futuro orientale. Per la Smart, invece, il futuro è sempre più "cinese" dopo l'accordo per la creazione di una joint venture con la Zhejiang Geely Holding che porterà alla produzione, in una fabbrica appositamente dedicata in Cina, di una nuova generazione di modelli da lanciare a partire dal 2022. Da tempo, comunque, stavano emergendo segnali sull'intenzione dei tedeschi di ritirare il marchio nato dalla collaborazione con la svizzera Swatch dal mercato nordamericano. Nonostante gli elevati investimenti, le vendite non hanno mai raggiunto gli obiettivi anche per effetto della crescente preferenza degli statunitensi per Suv, pick-up e crossover. 




AutoSilver Concessionaria Autosilver


Sei interessato a quest'offerta?
Contattaci


Compila i dati con:







I contenuti correlati